Paracas

Riserva Nazionale di Paracas

A 250 km a sud della città di Lima (3 ore).
Esteso su 335 mila ettari, questo luogo è il rifugio dei leoni marini, dei pinguini di Humboldt, dei fenicotteri o parihuanas e di molte altre specie di uccelli. Si possono fare varie visite all’interno della riserva, poiché possiede numerose attrazioni naturali e archeologiche. Una di loro è costituita dal Candelabro, un geroglifo di oltre 120 metri di estensione, apprezzatomeglio dal mare.

Il Centro d’Interpretazione offre un’interessante spiegazione della biodiversità e dei pericoli che deve fronteggiare la zona, e il Museo di sito Julio C. Tello espone permanentemente pezzi della cultura Paracas ritrovati nei cimiteri del posto.

La Riserva, dove si arriva per una strada acciottolata, é localizzata a 42 chilometri dalla cittá di Ica; comunque, l’accesso piú facile é dalla cittá di Pisco (76 chilometri da Ica). É rifugio di lupi marini (Otaria byronia), pinguini di Humboldt, gatti marini (lutra felina, nutria marina), delfini ed una grande varietá di uccelli residenti e migratori fra i quali spiccano II gabbiano grigio, il zarcillo (Larosterna inca,uccello produttore di guano), il rayador (Rynchops niger,uccello marino), il chorlo ático (piviere), la chuita(Phalacrocorax gaimardi,uccello marino) ed il guanay.
La Reserva di Paracas ha una estensione di 335.000 ettari che non sono soltanto un paradiso naturale, ma un importante centro archeologico nel quale si possono riscontrare le tracce della vecchia civiltá Paracas, con un’antichitá che risale dal 700 a.0 al 400 d.C., una comunitá di grandi artisti tessili i cui manti,di molteplici costituiscono vere opere d’arte.

In Paracas si concentrano importante punti d’attrazione turistica come la Cattedrale, Candelabro e le isole Ballestas, cosí come le magnifiche spiagge Atenas, La Mina, El Raspón, Mendieta e Barlovento. Per approffitare di questi pos-ti affascinanti, si pub effetuare percorso, sia per terra che per mare, prendendo la barca nella spiaggia il Chaco che si trova all’ingresso dello stabilimento balneare di Paracas, prima di entrare nell’area riservata. Una impressionante formazione rocciosa, lavorata dall’erosione e la marea ed incoronate da una torre, é nota come la Cattedrale.

Nelle sue scogliere si albergano insieme ai piqueros (Sula spp., uccelli marini produttori di guano) gli altri uccelli marini, in tanto che nella parte basca, denominata la volta, é possibile osservare il Gato Marino o Chinguno (Lontra marina), un animale difficile da trovare nelle altre zone.

A Nord della penisola di Paracas, guardando verso il mare ed inciso nella sabbia, é possibile osservare un geoglifo chiamato il Candelabro oTres Cruces, la cui origine ancora continua ad essere una incognita. Per alcuni, questo sarebbe un simbolo che guidava i navigatori e pescatori nella prima la metá del XIX secolo. Percorrere le lsole Ballestas vuole dire prendere contatto con la ricchissima fauna della riserva, specialmente con i lupi marini, che possono essere osservate detenutamente. A Sud della Riserva, é localizzata Punta Arquillo, scogliera che offre una prospettiva impressionante dell’orizzonte, delle isole e dei lupi marini nuotando fra le onde. Con un po’ di fortuna si puó awistare il maestoso volo del condor in cerca di cibo.

Paracas: Riserva Nazionale di Paracas II

Un altro punto interessante da visitare éla Baia dell’Indipendenza, a due ore e mezza di viaggio in macchina per le strade di sabbia della Riserva, in direzione Sudovest. In questa bala awenne lo sbarco di José de San Martin, che diede inizio alla sua campagna liberatrice nel Perú. La visita vale la pena se si vuole trascorrere una tranquilla giornata in spiaggia o se si preferisce accampare. In questo caso, Cruz de Carhuaz é uno dei luoghi piú consigliabili per le sue larghe spiagge di sabbia ed il suo mare calmo.

Le varíe spiagge offrono ai visitatori la possibilitá di nuotare, pescare, immersioni sott’acqua o praticare il windsurf. É conveniente Pare attenzione al momento d’ingressare in mare, giacché la sabbia puó nascondere i “pastelillos” (pasticini) o le razze che possono pungere il bagnante. É consigliabile usare scarpette chiuse o trascinare I piedi nella sabbia per spaventarli.

Isola Ballestas

Situate fuori dell’area della riserva, costituiscono l’habitat di una grande varietà di uccelli e di leoni marini, che si possono osservare facilmente da un’imbarcazione a motore. Questa escursione è una delle abituali che si svolgono a Paracas.

 

Loading...

Continuando, accetti di utilizzare i cookie per offrire contenuto e pubblicità mirata su misura per i tuoi interessi e attuare misure per migliorare la tua esperienza sul sito. Per ulteriori informazioni e gestire le impostazioni, Clicca qui.

Per migliorare la tua esperienza su peruparadisetravel.com, utilizziamo i cookies per conoscere le tue abitudini di navigazione e offrirti contenuti adatti ai tuoi interessi.

Close