Info e consigli di viaggio per Arequipa Peru’.

Páginas: 1 2 3 4 Siguiente

Informazioni Generali.

Arequipa: alcuni consigli di dove alloggiare e cosa fare nella Città Bianca.

La Città Bianca offre una serie di incredibili destinazioni turistiche come, ad esempio, il Canyon del Colca, le Canteras del Sillar, il Vulcano Misti e molte altre.

Arequipa, conosciuta anche come «La città bianca», affascina ogni visitatore con le sue strade che risalgono all’epoca coloniale. Inoltre, dalla Plaza de Armas si possono apprezzare i suoi maestosi vulcani come il Misti, il Chachani e il Picchu Picchu. Non solo, ma anche mete turistiche imperdibili come il Canyon del Colca, le Canteras del Sillar, I petroglifici di Toro Muerto, Il Canyon di Cotahuasi e molte altre ancora; offrendo anche alloggi che vanno dai 3 stelle standard fino a 5 stelle.

Dove alloggiare ad Arequipa

Per quanto riguarda gli hotel, c’è il Wyndham Costa del Sol Arequipa, che si trova a 15 minuti da Plaza de Armas ed è il luogo perfetto perché si può raggiungere i luoghi più centrali della città. Questo hotel a 5 stelle ha un’atmosfera accogliente, elegante e contemporanea. Come indicato nella descrizione, è situato in posizione ideale per escursioni giornaliere al vulcano Misti e al canyon di Colcacuenta. Inoltre, dispone di ampi giardini, piscina, sauna, bar e ristorante.

Un’altra alternativa è l’Hotel San Agustin Posada del Monasterio, tre stelle, che offre un soggiorno accogliente, con giardini per godersi le aree verdi e i patii, mentre ogni angolo è come se ci si trovasse in un convento. Inoltre, è vicino a Plaza de Armas, al Monastero di Santa Catalina e al centro storico di Arequipa.

Infine, la Casa Andina Premium è costruita sopra l’antica Casa de la Moneda, un monumento storico nazionale costruito nel 1794, il che rende il nostro hotel più un museo vivente che un albergo. L’hotel dispone di 40 camere, tra cui una Suite Imperiale e due Senior Suite. Si trova a pochi isolati da Plaza de Armas.

Alcune Attività ad’Arequipa

La Città Bianca offre diverse destinazioni turistiche di cui ogni turista si innamorerà, sia che la visiti per la prima volta sia che la visiti in determinate occasioni. Una delle prime opzioni è Canteras de Sillar, dove si possono scattare foto sulle pietre di sillar, una pietra vulcanica bianca. Ci sono forme di animali, cuori e sedie, intagliate a mano dai lavoratori locali.

D’altra parte, c’è il Canyon del Colca, una meta imperdibile se vi trovate ad Arequipa. Questa opzione è perfetta per gli amanti della natura, poiché potrete osservare i condor e una vista panoramica del Canyon del Colca dal punto di osservazione di La Cruz del Condor. Vicino a questo luogo incredibile, nel pomeriggio è possibile visitare le sorgenti termali di La Calera per godere di un buon bagno caldo tra le ande del Peru.

Info e consigli di viaggio per Arequipa:

Peru Paradise Travel Vi propone questa guida per conoscere la citta’ di Arequipa e i suoi piu’ impoirtanti attrattivi.

La città di Arequipa può essere descritta come un’oasi culturale e naturale. Tutto intorno è arido. È bianco, molto bianco; è accompagnato da 300 giorni di sole all’anno. Alle spalle, gli imponenti coni vulcanici di Misti, Chachani e Pichu Pichu sorvegliano la città e si stagliano con le loro cime innevate contro un cielo azzurrissimo. In questa informazione condividiamo informazioni e consigli utili per viaggiare ad Arequipa: come arrivare, quando andare, cosa fare, dove dormire, cosa mangiare e molto altro!

Come arrivare ad Arequipa:

In aereo: Da varie città del Perù (Lima, Cusco, Juliaca e Tacna), della Bolivia (La Paz) e del Cile, ci sono voli regolari per Arequipa che arrivano all’Aeroporto Internazionale Alfredo Rodríguez Ballón, situato nel nord della città, a 8 km dal centro. Da Lima ad Arequipa, ad esempio, il tempo di volo è di circa 1 ora e 20 minuti. Dall’aeroporto di Arequipa è possibile prendere un taxi o un autobus per il centro città.

Mezzo privato:

Di norma per andare ad Arequipa si patte da Lima con un mezzo privato turistico e autista loicale. Di norma prima di giungere alla citta’ bianca si eseguono soste per le visite e pernott. nelle citta’ di Paracas, Visita della Oasi di Huacachina per poi raggiungere Nasca; da questa citta’ si prosegue sulla panamericana sud con ben 10/11 ore di viaggio,..in pratica visitando gli atrattivi delle citta’ menzionate, impiegheremo 3 giorni per giungere alla citta’ di Arequipa.

In autobus:

Ci sono due terminal di autobus situati uno accanto all’altro a 3 km dal centro della città: Terminal Terrestre de Arequipa e Terminal Terrapuerto. Alcune compagnie come Cruz del Sur, Oltursa e Tepsa viaggiano quotidianamente da Lima (16-18 ore) soprattutto nel pomeriggio. Ci sono anche molti autobus che operano quotidianamente da Cusco (9 ore), Puno (5-6 ore), Pisco (12-14 ore), Nazca (9 ore) e Tacna (6-8 ore).

Quando andare e il tempo:

La città di Arequipa ha un clima semi-arido e temperato con una temperatura massima media di 20°C e una minima di 10°C. In generale, si distinguono due stagioni: umida (da dicembre a marzo) e secca (da aprile a novembre).

I mesi migliori per visitare la città sono quelli della stagione secca, per evitare le piogge.

Se siete alla ricerca di eventi culturali, agosto è il mese migliore per venire ad Arequipa, poiché il 15 agosto è l’anniversario della città e durante il mese si tengono numerosi eventi. Il 15 si celebra il Corso della amicizia dalla mattina alla sera con sfilate, balli, bande, fuochi d’artificio, fiere di artigianato e cibo tipico.

Documentazione:

Il Perù è fondamentalmente un Paese ad accesso aperto. La maggior parte dei Paesi delle Americhe e dell’Europa occidentale non richiede un visto turistico per entrare nel Paese e la durata massima del soggiorno concessa dalle autorità è di 183 giorni (non può essere prolungata)…eccetto per casi eccezzionali e di salute.

Per un soggiorno più lungo per altri scopi (affari, studio, lavoro, ecc.) è necessario richiedere il visto corrispondente presso i consolati peruviani.

Per entrare in Perù è indispensabile presentare un passaporto con validita’ di almneno 6 mesi. I cittadini di Argentina, Brasile, Paraguay, Uruguay, Ecuador, Colombia, Bolivia, Venezuela e Cile possono entrare con il proprio documento di identità nazionale.

Salute:

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per entrare in Perù.

Ad Arequipa si consiglia di prendersela comoda nei primi giorni, perché l’altitudine (2.335 m s.l.m.) si fa sentire, anche se di norma non si sente nessun effetto. In caso di malessere ci sono tisana di fogliue di coca, caramelle e in ultimo caso vendono in farmacia pastiglie chiamate Sorocji Pills per combattere il «soroche»…mal di montagna peruviano. All’arrivo consigliamo almeno il primo giorno, non bere alccol e possibilente evitare il fumo.

Si consiglia di bere acqua in bottiglia e di evitare di mangiare alle bancarelle di cibo di strada per evitare intossicazioni alimentari.

Si consiglia vivamente di stipulare un’assicurazione di viaggio prima di recarsi in Perù.

Si consiglia di trascorrere un giorno in città e tre giorni nelle valli e nei canyon.

Visitare il suo centro storico:

A differenza di altre città con una forte influenza Inca, Arequipa è un esempio della cultura spagnola e mista che si è sviluppata in Perù. Ne è prova il gran numero di chiese barocche e palazzi coloniali con archi semicircolari che decorano le sue strade e che sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Una passeggiata nel centro storico è la principale attività offerta dalla città. Il cuore della città storica è costituito dalla Plaza de Armas, dal Municipio e dalla Cattedrale, il più importante edificio religioso neoclassico del Paese, costruito a metà del XIX secolo sulle rovine della prima chiesa barocca. Anche se avete già un’overdose di edifici coloniali, non potete perdervi il Monastero di Santa Catalina, uno degli edifici religiosi più affascinanti del Perù. Il convento è una città nella città, con strade acciottolate e piazze piene di fiori colorati che vi porteranno indietro nel tempo. È possibile visitare il centro storico con un’agenzia di viaggi legalmente registrata nel Ministerio dle turismo peruviano. Visitare alcuni dei suoi musei: la città possiede numerosi musei storici, archeologici e di belle arti, come il Museo d’Arte e il Museo Archeologico dell’Università Cattolica di Santa María. Si consiglia di visitare il Museo Santuarios Andinos, famoso per aver conservato La Doncella Juanita, la mummia di una ragazza di tredici anni sacrificata sulla cima del Monte Ampato nel XV secolo.

Scoprite i sapori nel Mercato di San Camilo: qui abbondano i colori, le consistenze e i sapori. Troverete frutta deliziosa, bancarelle di stregoneria, frullati di rane, piatti tipici e molto altro ancora.

Visitare il Canyon del Colca:

si trova a 100 chilometri a nord-ovest di Arequipa ed è considerato il canyon più profondo della Terra. Qui potrete ammirare i condor che volano nel loro habitat naturale e immergervi nella natura nella Riserva Nazionale Pampa Cañahuas. La regione è uno dei luoghi migliori per la canoa, e se siete amanti dell’avventura avete la possibilità di salire sulla cima e sul cratere innevato dei vulcani Misti e Chachani, oltre a straordinari circuiti di trekking. Per prenotare un tour di un giorno intero del Canyon del Colca da Arequipa.

Questa è la vita del condor andino, l’iconico uccello peruviano a rischio di estinzione.

Il condor andino si alza in volo sul Canyon del Colca quando le temperature salgono. Ecco come vive una delle creature più emblematiche del Perù.

Le mattine nel canyon sono uno spettacolo che trasforma le scogliere in un arazzo di luci e ombre. Così, con il favore della Pachamama e una colazione ricca di proteine per ricaricarsi, si parte per incontrare il guardiano della catena montuosa, un essere che, secondo la mitologia inca, ha il compito di far sorgere il sole sul cielo ogni giorno.

Con due chilometri e mezzo di distanza tra La Granja del Colca e il punto più visitato di tutti i percorsi del canyon, decido di percorrere un sentiero fino alla Cruz del Condor, un punto panoramico dove ogni mattina è possibile vedere una delle creature più emblematiche del Paese librarsi in aria, a pochi metri di distanza.Questo spettacolo potra’ essere ammirato anche a Chonta, zona situata nella regione Cusco.

Specie in via di estinzione, il condor andino è uno degli uccelli più grandi del pianeta, con un’apertura alare di oltre tre metri, un’altezza di oltre un metro e un peso di 10 chilogrammi.

Tuttavia, quando arriviamo al punto panoramico è ancora molto presto e la temperatura non si è alzata abbastanza per vedere gli uccelli. Le donne delle cabane stanno appena iniziando ad allestire le loro bancarelle di cibo e artigianato in attesa dei turisti, così continuo la mia passeggiata lungo i sentieri per scoprire altra fauna locale come il colibrì gigante – lungo tra i 20 e i 25 centimetri – e la vizcacha, un roditore autoctono.

Un’ombra attraversa il cielo.

Dopo mezz’ora sotto un sole cocente che passa inosservato al freddo vento di montagna (non dimenticate di indossare la protezione solare e le maniche lunghe o finirete abbrustoliti), un’ombra che passa veloce sopra la testa dei visitatori interrompe la trance scenica in cui si trovano, e poi appare il primo condor andino della mattina.

Uno dopo l’altro, come veri e propri dirigibili piumati, i condor andini emergono dalle gole a ritmo vorticoso e si librano con le colonne termiche fino a perdersi nelle alture. Una volta terminato il banchetto fotografico, con la guida riprenderemo il tour con un veicolo privato o in servizo sic di gruppo.

Rafting:

alla periferia della città è possibile praticare il rafting a diversi livelli. È possibile affrontare le rapide di classe II, III e IV del fiume Quilca (il periodo migliore dell’anno per praticare questa escursione è tra aprile e dicembre).

Dove alloggiare:

Il posto migliore per alloggiare è il centro storico, dove si concentra la maggior parte delle attrazioni turistiche, e anche se può essere più costoso, si può risparmiare sui costi di trasporto.

Per trovare un alloggio ad Arequipa che Vi aggrada, consigliamo cercarlo online ma allo stesso tempo scriverci per fornirVi maggiori info sull’hotel da Voi selezionato.

Un’altra alternativa che consigliamo è AirBnb. Vi permette di affittare alloggi unici da host locali. Si tratta di un’ottima opzione per le coppie o le famiglie, perché di solito sono più economici degli hotel e dispongono di molti servizi (lavatrice, cucina, ecc.)

Gastronomia e vita notturna:

La gastronomia di Arequipa è famosa per essere una delle più varie e gustose del Perù. Una delle caratteristiche particolari dei piatti sono le pietanze piccanti in un’infinità di combinazioni; per questo motivo i luoghi in cui vengono venduti si chiamano picanterías. Sono luoghi molto popolari tra la gente del posto e ideali per gustare il cibo locale. Tra i piatti più conosciuti ci sono il Rocoto relleno, l’Adobo arequipeño, il Soltero de queso, il Pastel de papas, il Costillar frito, il Cuy chactado, la Cauche de queso, il Locro de pecho e il Chaque. Come dessert consigliamo il Queso helado e i Buñuelos. Da bere, la bevanda tradizionale è la Chicha de jora, a base di mais viola.

Se volete risparmiare, la cosa migliore da fare è allontanarsi da Plaza de Armas e dal centro commerciale. Si possono trovare picanterie con deliziosi piatti tipici a prezzi molto buoni.

Anche se non è un servizio obbligatorio, è consuetudine lasciare una mancia del 10% sul totale della consumazione.

La vita notturna ad Arequipa termina abbastanza presto rispetto ad altre città. Dopo le 2 di notte è praticamente tutto chiuso.

Cosa portare:

Non dimenticate di portare con voi crema solare, crema idratante, burro cacao, cappello e occhiali da sole, poiché le radiazioni solari sono estreme in questa zona alta.

È meglio indossare abiti leggeri durante il giorno, ma portare una giacca o giacone per la sera, perché fa sempre più fresco.

Se si viaggia tra dicembre e marzo, si consiglia di portare con sé un impermeabile o un ombrello per proteggersi dalla pioggia.

Arequipa: Denaro:

Il Nuevo Sol (S/.) è la valuta ufficiale del Perù. Ci sono banconote in tagli da 10, 20, 50, 100 e 200 soles. Ci sono monete da 10, 20 e 50 centesimi, oltre a 1, 2 e 5 nuevos soles.

I principali esercizi commerciali accettano carte di credito (Visa, MasterCard e American Express) e in città sono presenti diversi sportelli bancomat per il prelievo di contanti. Gli esercizi commerciali più frequentati accettano solo contanti, in valuta locale e in alcuni casi in dollari.

La valuta estera può essere cambiata presso le banche e gli uffici di cambio. Ci sono anche dei cambiavalute in strada, ma le transazioni non sono consigliate. Gli uffici di cambio si trovano sia all’aeroporto che in Plaza de Armas.

Gli orari di apertura abituali dei cambiavalute sono dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00 e il sabato fino a mezzogiorno.

Sicurezza:

Se dovete contrattae un taxi locale ufficiale, contrattate prima la tariffa…di norma hanno la tendenza di farsi pagare di piu’ dagli stranieri.

In alcuni caso potete chiedere all’hotel di inviarVi un taxi di fiducia, dal ristorante o dalla stazione…una delle particolarità di questo trasporto è che non ha il tassametro, quindi il prezzo è fissato in anticipo e la contrattazione è abituale anche s epotrebbe essere leggermente piu’ costosa.

Arequipa è la capitale mondiale dell’alpaca, una lana molto pregiata e preziosa proveniente dai cammelli andini. Diverse boutique e grandi fabbriche offrono prodotti pregiati a prezzi eccellenti. Attenzione: alcuni negozi di artigianato offrono prodotti di alpaca molto economici, ma si tratta di falsi.

Comunicazioni e Internet:

Per rimanere connessi in Perù potete chiedere direttamente il servizio al Vostro operatore telefonico. Tenete presente che quasi tutti gli alberghi e locali hanno internet, bastera’ chiedere il  codice di accesso e potrete comunicare sia dagli alberghi che dai locali.

Elettricità:

L’elettricità e la tensione hanno un’intensità di 220 volt (v) e una frequenza di 60 Hertz (Hz).

In Perù esistono tre tipi di spine: di tipo A, di tipo B e di tipo C, come quelle della foto.

Peru Paradise Travel Vi invita nel conoscere ulteriori fantastici destini di questo fantastico paese per Vivere un’esperienz aunica nella Terra degli Incas

Cordialmente.

Michele Mosca & Nancy Farfan
PERU PARADISE TRAVEL

Presentazione

Conosciuta come la Città Bianca per i suoi meravigliosi muri bianchi in sillar, una pietra di origine vulcanica, Arequipa è adagiata alle pendici dei maestosi vulcani Chachani e Misti e del ghiacciaio Pichu Pichu. Nel centro della città, dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO nell’anno 2000, si possono ammirare i templi e le casone coloniali di stile barocco meticcio, così come il Monastero di Santa Catalina, una città spagnola in miniatura con stradine in pietra, begli atri e piazze. Sabandía, Tiabaya e Tingo, nella campagna, sono località da visitare obbligatoriamente, e l’irresistibile gastronomia di Arequipa è il perfetto complemento della visita.

Situati a solo 3 ore e 45 minuti dalla città, la Valle e il Cañon del Colca costituiscono una delle mete più straordinarie del paese. In tutta la zona si possono ammirare delle colorite terrazze preincaiche coltivate ancora a quinua, mais, orzo e grano. Nei periodi preispanici la zona fu abitata dai Collaguas e dai Cabanas; oggi gli abitanti hanno saputo conservare le proprie chiese coloniali come quelle di Yanque, Lari e Madrigal e ancora indossano i loro bei costumi tipici. Nella valle, inoltre, si praticano sport d’avventura come il ciclismo da montagna, il trekking e il canottaggio, e alla Croce del Condor si può ammirare il maestoso volo dei condor. Altri luoghi d’interesse nella zona sono i petroglifi di Toro Muerto, la valle dei vulcani di Andagua e il Canyon di Cotahuasi.

Dati generali

Altitudine:
Capitale: Arequipa (2335 sul livello del mare).
Minima: 9 metrisul livelllo del mare (Punta de Bombón)
Massima: 4 910 metri sul livello del mare (Mirador de los Volcanes – Caylloma)

Clima:
La città di Arequipa ha un clima semi arido e temperato, con una temperatura massima di21,7°C (71,0 ºF) e una minima di 6,9°C (44,4 ºF). La stagione delle piogge inizia a gennaio e finisce a marzo.

Vie di Accesso:
Terrestre:
Lima-Arequipa: 1003 km attraverso la Panamericana Sur (14 ore in auto).

Aerea:
Voli giornalieri dalla città di Lima (1 ora), Cusco (30 minuti), Juliaca (30 minuti) e Tacna (30 minuti), alla città di Arequipa.

Cattedrale di Arequipa

Visite: L-S 7:00-11:30 e 17:00-19:30; D 7:00- 13:00 e 17:00-19:00.

È considerato uno dei primi monumenti religiosi della città del XVII secolo. Fu costruita in sillar (pietra di origine vulcanica), con volte a botte in mattoni; fu distrutta da un incendio nel 1844 e poi ricostruita nel 1868 dall’architetto di Arequipa Lucas Poblete. È di stile neoclassico e le porte d’accesso si trovano all’altezza delle navate laterali. È stata duramente colpita dal terremoto dell’anno 2001 che ha compromesso seriamente le sue torri.

Chiesa e Complesso della Compagnia

All’incrocio delle strade General Morán e Álvarez Thomas, Piazza d’armi della città di Arequipa. Visite: L-D 09:00 – 11:00 e 15:00 – 18:00

Questo complesso è composto da diversi edifici costruiti dai gesuiti sia per fini religiosi sia per alloggi, e costituisce un monumento rappresentativo dell’architettura religiosa propria del XVII secolo (1660). Al centro del complesso si erge il tempio. La Chiesa della Compagnia fu disegnata nel 1573 da Gaspar Báez e fu distrutta da un terremoto nel 1584. La struttura attuale risale al 1650. Possiede all’incirca 66 tele della scuola cusqueña, di artisti come Bernardo Bitti e Diego de la Puente.

Monasterio di Santa Catalina

Calle Santa Catalina 301. Visite: L-D 9:00-16:00.

Costruito per ospitare le figlie con vocazione religiosa delle famiglie più distinte della città, il monastero fu inaugurato il 2 ottobre del 1580, dedicato a Santa Caterina da Siena, come un centro di clausura assoluta che si mantenne fino al 15 agosto del 1970.
Occupa un’area approssimata di ventimila metri quadrati e la distribuzione è simile a quella dei primi quartieri di Arequipa.

Ci sono delle stanze architettonicamente molto differenti. Uno degli ambienti è stato adibito a una pinacoteca che esibisce tele delle scuole cusqueña, quiteña e d’influenza arequipeña. Ha, inoltre, altre sale o settori da visitare come, per esempio, il chiostro della Portineria, il Museo Precolombiano, il Chiostro di San Francisco, ecc.

Molino di Sabandía

Situato nel paese di Sabandía.

Costruito nel 1785, rappresenta l’architettura tipica del dipartimento, nella quale ebbe il predominio l’uso del sillar. Caratteristici sono i solidi contrafforti e i rustici balconi. Allo stesso tempo si possono apprezzare le tecniche utilizzate per processare il grano utilizzando i molini di pietra.

Bagni Termali di Yura

A 27 km a Nord della città di Arequipa (45 minuti in bus).

Pozze termali situate alle falde del vulcano Chachani, a 2575 metri di altitudine. Sono note per le proprietà terapeutiche delle loro acque, la cui temperatura oscilla tra i 23° e i 28°C. Negli anni tra il 1810 e il 1831, don José Nogal y Noguerol costruì le pozze che si usano ancora oggi.

Páginas: 1 2 3 4 Siguiente
Loading...

Continuando, accetti di utilizzare i cookie per offrire contenuto e pubblicità mirata su misura per i tuoi interessi e attuare misure per migliorare la tua esperienza sul sito. Per ulteriori informazioni e gestire le impostazioni, Clicca qui.

Per migliorare la tua esperienza su peruparadisetravel.com, utilizziamo i cookies per conoscere le tue abitudini di navigazione e offrirti contenuti adatti ai tuoi interessi.

Close