Lima. Cusco. Valle Sacra degli Incas. Raftin a Cusco. Machupicchu. Amazzonia. Puno, Arequipa. Colca canyn Chivay

$2.370,00

Perù, dalla foresta alle Ande.

Viaggi in Perù. Viaggi di gruppo in Perù. Tour operator in Perù. Vacanze in Perù. Tours in Perù. Viaggi a Machupicchu. Viaggi a Cusco. Perù migliore Perù. Tours in amazzonia Perù. Estensioni in amazzonia Perù. Viaggio in Perù consigli. Viaggi economici in Perù. Alberghi Perù. Hotel Perù. Trekking Perù. Viaggi nord Perù. Trekking Huayhuash. Trekking Huaraz. Tours Cordigliera Bianca. Viaggi di nozze in Perù. Matrimonio in Perù. Offerte tour Perù. Viaggi di lusso Perù. Viaggi budget Perù. Moneta peruviana. Lima Perù. Paracas Perù. Nasca Perù. Arequipa Perù. Colca Canyon Perù. Puno Perù. Cusco Perù. Machupicchu Perù. Cammino Inca Perù. Linee di Nasca Perù. Trujillo Perù. Chiclayo Perù. Piura Perù. Mancora Perù. Tumbes Perù. Huaraz Perù. Tambopata Candamo Perù. Puerto Maldonado Perù. Manu Perù. Pacaya Samiria Perù.

Perù, dalla foresta alle Ande.

Esuberante, dai boschi infiniti e dai fiumi sinuosi che scorrono fino all’Oceano, Madre de Dios è un dipartimento dove la vita abbonda in tutti gli angoli. Puerto Maldonado, la città capitale, è un passo obbligato per accedere a qualsiasi dei parchi nazionali e delle riserve della zona ed è stato, in diversi periodi, un importante centro di esportazione del caucciù, di legno, di oro e di petrolio. Oggi due delle attività economiche principali del dipartimento sono l’ecoturismo e la raccolta di castagne.

Perù, dalla foresta alle Ande.

A 10 km da Puerto Maldonado e dopo un’ora e mezza di cammino si trova il Lago Sandoval, circondato da distese di alberi di aguaje, da orchidee, lupunas, rovere e palme mauritias alte oltre 30 metri. Il lago è anche la dimora di una gran varietà di specie come i tucani, i guacamayos, i pappagalli, le gazze, i tapiri, le tartarughe e rifugio della nutria di fiume e del coccodrillo nero, entrambi in pericolo di estinzione. Nei dintorni del lago Valencia, a 60 km da Puerto Maldonado, attraverso il fiume Madre de Dios, vivono diverse comunità indigene dedite alla pesca di donzella, dorado e paiche; ed è anche l’habitat di una varietà di specie di flora e fauna.

Perù, dalla foresta alle Ande.

Il parco Nazionale del Manu, (1 716.295 ettari), situato nel dipartimento di Cusco e di Madre de Dios, ospita più di 800 specie di uccelli, 200 specie di mammiferi, alberi giganteschi ed è anche la dimora di comunità indigene. Il parco mantiene attualmente il record di avvistamento di uccelli in un solo giorno e in una sola località, con 324 specie diverse.

Perù, dalla foresta alle Ande.

La Riserva Nazionale Tambopata-Candamo (274.690 ettari) è rinomata perché possiede la maggior diversità di specie di mammiferi, alberi, insetti e uccelli del mondo e detiene il record mondiale di quantità di specie di farfalle. Nel Parco Nazionale Bahuaja-Sonene (1.091.416ettari) si trova l’unica savana umida tropicale esistente in Perù. Da menzionale il lupo di crin e il cervo dei pantani, specie in via di estinzione, così come l’orso formichiere gigante, la nutria gigante, il cane del monte, il coccodrillo nero e l’aquila arpia.

Perù, dalla foresta alle Ande.

Dati generali

Altitudine:
Capitale: Puerto Maldonado (183 metri sul livello del mare).
Minima: 183 metri (Puerto Maldonado).
Massima: 500 metri (Boca Manu).

Clima:
La città di Puerto Maldonado ha un clima caldo e umido; la temperatura media annuale ha una massima di 26°C (77 ºF) e una minima di 8°C (24 ºF). La stagione delle piogge va da dicembre a marzo.

Perù, dalla foresta alle Ande.

Cusco: vanta un paesaggio meraviglioso caratterizzato generalmente da cielo azzurro intenso, prati verdi, nuvole bianche e montagne maestose, dalle quali spesso svettano cime innevate. Una passeggiata attraverso le sue stradine ci riporta indietro nel tempo, al periodo dell’impero incaico oppure nei tempi della Colonia, ed avvolge il visitatore in un’atmosfera magica che fa sentire davvero nell’ “ombelico del mondo”!
Pochi altri posti riescono a trasmettere questa stessa sensazione come Cusco, città che fu sede imperiale ed insieme tempio del culto del dio Sole e che attirava enormi moltitudini in occasione delle grandi cerimonie rituali.
Purtroppo gran parte dell’architettura incaica è stata distrutta dai conquistatori per far spazio a chiese, conventi, palazzi e “casone”, ma quello che ci è rimasto è una sapiente integrazione fra gli stili autoctoni e Spagnoli.

Perù, dalla foresta alle Ande:

Valle Sacra degli Incas:

Si trova nella regione di Cusco, in una posizione meno elevata rispetto alla città, ed è sicuramente una delle zone più suggestive, magiche ed affascinanti del Perù. È una successione di pittoreschi villaggi tradizionali, dei quali alcuni conservano delle splendide chiese coloniali, terrazzamenti e resti archeologici, così come estesi campi in cui viene coltivato il miglior mais del Paese (Mais bianco gigante).
È una valle alluvionale, formata dal fiume Vilcanota, che gode di un ottimo clima e delle migliori condizioni per gli insediamenti umani e per le attività agricole. Gli inca lo sapevano bene, infatti si stabilirono proprio in questa zona; inoltre, costituisce un ottimo punto per l’osservazione della Via Lattea, conosciuta dagli inca come Mayu o “fiume celeste”.
La visita delle cittadelle inca di pregevole fattura, come Pisac e Ollantaytambo, sono un ottimo complemento, nonchè a volte una valida alternativa da prendere in seria considerazione, all’ormai congestionata e molto esosa Machu Picchu.

Clima ed altitudine: La sua temperatura media oscilla tra i 15 e i 20 gradi centigradi, e l’altitudine è compresa tra 2.800 e 2.900 metri.

Saline di Maras, Moray e Chinchero: 

Maras:
Il villaggio di Maras si trova ad una cinquantina di kilometri da Cusco, lungo la strada in salita che unisce Urubamba con Chinchero; ad alcuni kilometri da Urubamba c’è una deviazione sulla destra, con un cartello che invita esplicitamente a visitare i paesini della zona, indicandone le distanze chilometriche. Se affrontate questa escursione da soli, scendete qui dal minibus Urubamba – Chinchero e aspettate un taxi collettivo che vi porterà fino a Maras.
L’altitudine è di 3.380 m.

Saline: Scendendo da Maras verso la Valle Sacra lungo una strada sterrata sulla sinistra (chi si sposta a piedi deve farsi indicare dagli abitanti del posto le scorciatoie), ci si imbatte in questo impressionante e accecante complesso di produzione salina, utilizzato già dall’epoca degli inca. Sono 3.000 piccolissimi stagni che vengono fatti riempire con acqua salata che sgorga da una fonte vicina, e che evaporando lentamente, lascia un deposito salino che si solidifica e viene successivamente raccolto.

Moray: È un complesso archeologico unico per la sua natura e genere. Si tratta dell’utilizzo a fini di ricerca sperimentale sulle coltivazioni, di due depressioni naturali gigantesche di forma circolare, profonde circa 150 metri.
In entrambe sono stati realizzati dei gradoni di circa 1.50 metri di altezza ciascuno, con un perfetto sistema di irrigazione e di drenaggio dell’acqua piovana, grazie anche alla struttura molto porosa delle rocce che si trovano sul fondo dell’anfiteatro. Tra il livello più superficiale e quello più interno c’è una differenza nella temperatura media annuale di 15 gradi.
Analizzando le strutture, si è giunti ad ipotizzare che, almeno per quanto riguarda le terrazze inferiori, si tratti di costruzioni pre-incaiche.
Grazie alle sue condizioni micro-climatiche e ad altre caratteristiche tecniche, si trattava di una serra ante-litteram, e di un importante centro di ricerca, selezione, acclimatazione e ibridazione di specie vegetali selvatiche che furono modificate e adattate al consumo umano, per la creazione di tutti quei prodotti che hanno costituito la base dell’alimentazione andina e che oggi sono conosciuti ed usati in tutto il mondo, di cui patata e mais sono solo un esempio.

Chinchero: è un bel villaggio d’alta quota, ma nonostante l’altitudine si possono apprezzare i prati dei dintorni, di un colore verde intenso (in aprile-maggio) con gli animali al pascolo e più in basso boschi di eucalipto. Le terre sono incredibilmente fertili e produttive, motivo per cui questo è stato un centro molto importante nel periodo inca, e i prodotti tipici locali sono orzo, grano, fave, patate ed altri tubercoli come olluco ed oca. Di fronte si stagliano le sagome dei ghiacciai Salkantay, Veronica e Soray.
L’attrazione principale del complesso ove ha sede il mercato domenicale, è la completa fusione e la coesistenza in un unico spazio delle testimonianze delle culture che si sono succedute nei secoli. Nella “parte incaica” possiamo apprezzare dei grandi spazi, definiti da grandi muri tradizionali realizzati con grossi blocchi di pietra tagliati e perfettamente sovrapposti, tra i quali il più notevole è l muro sotto il quale si svolge il mercato domenicale: è un’enorme parete con dodici nicchie trapezoidali di 2 m per 1,5. Grazie a studi realizzati negli anni Sessanta, si è scoperto che alcune di queste pareti in realtà appartengono ad un palazzo inca ricoperto di terra dagli Spagnoli e ora servono da sostegno e contenimento ad un’altra piazza nella quale si staglia l’elemento coloniale più importante: una bella chiesa risalente al XVII secolo (un’iscrizione indica l’anno 1607), dalla porta riccamente decorata. Purtroppo attualmente la chiesa presenta i segni dell’incuria e dell’umidità – è inoltre facile trovarla chiusa – ma all’interno si possono trovare un retablo ornato in stile barocco e notevoli pareti dipinte. Completano la “parte spagnola” alcuni archi coloniali negli angoli delle piazze, mentre per quanto riguarda le testimonianze lasciate dagli inca, troviamo altri muri di adobe, immensi muri di contenimento, “huacas” o centri cerimoniali, terrazzamenti ed altri edifici semidistrutti di cui si ignora la funzione, ma che danno però l’idea della grandezza della cultura inca.
Va sottolineato, però, che in questo caso non vi fu solo la distruzione da parte dei conquistatori, ma il paese fu prima incendiato da Manco Inka in fuga.

Perù, dalla foresta alle Ande:

Machupicchu:

È il “gioiello” più importante di una serie di 33 siti archeologici di primaria importanza che si trovano lungo il cosiddetto “Camino Inka”. Si trova a Nordest rispetto alla città di Cusco, tra le montagne di Vilcabamba, ad un’altitudine di 2.490 m sul livello del mare; quindi, contrariamente a quanto si crede solitamente, rispetto a Cusco, si scende.
Costituisce uno dei siti archeologici più importanti del mondo e rappresenta la principale destinazione turistica del Perù. Poche altre opere architettoniche dimostrano tanta armonia ed integrazione con l’ambiente naturale circostante come la cittadella nascosta delle Ande: è considerata, infatti, uno degli esempi più straordinari dell’architettura paesaggistica del mondo.

Sulla base di una votazione effettuata via-internet a livello mondiale, è stata di recente nominata come una delle sette nuove meraviglie del mondo. Il complesso archeologico si trova arroccato sulla sommità di una montagna, Machu Picchu appunto (nome che in quechua significa montagna antica o montagna importante, ma l’esatta etimologia del nome è piuttosto discussa), e sorvegliato da un’altra montagna, Wayna Picchu (Montagna Giovane), nella cui cima si trovano altri resti archeologici.

Immerso in una foresta subtropicale, 400 metri sotto il complesso arctto nella stagione delle piogge) il fiume Urubamba, affluente del Rio delle Amazzoni. Le sue acque arrivano quindi, fino all’Oceano Atlantico.

In base alle più resentí teorie, la cittadella era sia un centro di culto e un osservatorio astronomico, sia la fattoria privata della famiglia dell’Inca Pachacútec.
È formata da due grandi aree: una agricola, fatta di terrazzamenti e recinti per il deposito di alimenti, e l’altra urbana, nella quale la zona sacra assume una grande importanza, con templi, piazze e mausolei reali lavorati perfettamente. Le scalinate e i canali di pietra sono una costante in tutto questo singolare sito archeologico.

Altitudine: 2.490 m s.l.m., prendendo come riferimento lo spiazzo principale del centro archeologico.

 

Perù, dalla foresta alle Ande:

Puno: 

Puno è stata la sede della cultura Tiahuanaco (dall’800 al 1200 d. C.), massima espressione del popolo Aymara, che si sviluppò nel territorio odierno compreso tra Perù e Bolivia; gli incas dominarono il territorio nel XV secolo e gli spagnoli lasciarono un’importante testimonianza coloniale in tutta la zona, attratti dall’attività mineraria che si realizzava nella zona. Oggi la città di Puno (3827 metri di altitudine) è capitale del folclore peruviano e sede della Festa della Vergine della Candelora, si adagia sulle rive del Titicaca, il lago navigabile più alto del mondo. I dintorni sono spettacolari: le Chullpas di Sillustani, un insieme di imponenti torri funerarie costruite dai Kollas; Juli, celebre per i suoi bei templi coloniali; Lampa con la chiesa del periodo del vicereame, costruita tra il 1675 e il 1685; Llachón, comunità che ancora conserva costumi secolari e manifestazioni culturali e Pucará, famosa per la ceramica pre incaica e per i “toritos de Pucará”, oggi costruiti in argilla.

Il lago, i cui abitanti hanno preservato gli antichi costumi e le tradizioni, ospita anche diverse isole. Un esempio lo costituiscono gli Uros, che vivono su “isole galleggianti”, fatte di totora, e che navigano per la zona nelle loro tradizionali imbarcazioni anch’esse fatte di totora. Taquile, Suasi e Amantaní sono rinomate per l’amabilità degli abitanti e per le antiche tecniche di tessitura, per le costruzioni precolombiane e i meravigliosi paesaggi. La Riserva Nazionale del Titicaca (36.180 ettari) protegge estensioni di totoralie diverse specie di flora e fauna.

Perù, dalla foresta alle Ande.

Arequipa: Conosciuta come la Città Bianca per i suoi meravigliosi muri bianchi in sillar, una pietra di origine vulcanica, Arequipa è adagiata alle pendici dei maestosi vulcani Chachani e Misti e del ghiacciaio Pichu Pichu. Nel centro della città, dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO nell’anno 2000, si possono ammirare i templi e le casone coloniali di stile barocco meticcio, così come il Monastero di Santa Catalina, una città spagnola in miniatura con stradine in pietra, begli atri e piazze. Sabandía, Tiabaya e Tingo, nella campagna, sono località da visitare obbligatoriamente, e l’irresistibile gastronomia di Arequipa è il perfetto complemento della visita.

Situati a solo 3 ore e 45 minuti dalla città, la Valle e il Cañon del Colca costituiscono una delle mete più straordinarie del paese. In tutta la zona si possono ammirare delle colorite terrazze preincaiche coltivate ancora a quinua, mais, orzo e grano. Nei periodi preispanici la zona fu abitata dai Collaguas e dai Cabanas; oggi gli abitanti hanno saputo conservare le proprie chiese coloniali come quelle di Yanque, Lari e Madrigal e ancora indossano i loro bei costumi tipici. Nella valle, inoltre, si praticano sport d’avventura come il ciclismo da montagna, il trekking e il canottaggio, e alla Croce del Condor si può ammirare il maestoso volo dei condor. Altri luoghi d’interesse nella zona sono i petroglifi di Toro Muerto, la valle dei vulcani di Andagua e il Canyon di Cotahuasi.

Perù, dalla foresta alle Ande.

Lima: 

Lima, la cittá dei Re e dei Viceré, é stata sempre un oasi di cultura e di splendore nellindia americana. Dalla sua fondazione, bastarono soltanto alcune decade per essere considerata alía parí con il Messico, la metropoli piú importante dell’Ameríca spagnola. Templi in stile barocco e rinascimentale, case signorili e palazzi, universitá, arcivescovalli e un’intensa attivitá culturale, caratterizzarono questa cittá fin daltinizio del XVII secolo, guando aveva soltanto 25.000 abitanti.

Lantica valle del fiume Rímac, parola indigena che significa parlante, popolata da pescatori e raccoglitori era governata dal Cacicco Tauli Chusco. É li dove il 18 gennaio 1535. il conquistatore Francisco Pizarro fundó la cittá di Lima, dovuto soprattutto altubicazione strategica del porto, nel centro della costa peruviana e sudamericana. In MEMO di sette decade la cittá concentrava il potere e la ricchezza di ogni attivitá comnzerci ale e culturale del Vicereame: era diventata la cittá piú importante dellAmerica.

Nel XVIII secolo, basicamente a causa della creazione del Vicereame di Río de La Plata. che assunse il governo delle grandi mintiere di Potosí nell’Alto Perú (anualmente Bolivia) Lima inizió un processo di decadenza e di instabilitú che culminó nel 1821 con la dichiarazione dell’indipendenza della Repubblica. Nell’iniziare ií XX secolo. durante la Belle Epoque (1915-1930) la cittá era di nuovo all’avanguardia delle cittá pür moderase del continente.

Dagli anni 40 in poi, nell’intensificarsi le migrazioni dalla campagna alla cittá, Lima si trasformó in un piccolo Perú fino a diventare un crogiolo di razze e di culture che. con oltre 7.000.000 di abitanti, ospita oggi i125% della popolazione del paese e quasi due teizi dellattivitá economica e industriale.

Net quasi cinque secoli trascorsi dalla fondazione spagnola, Lima é stata sinonimo di un meticciato che sorprende a profani e conoscitori e che costituisce uno dei grandi doni. Esempi abbundano nella depurada e innovatrice arte della cucina, la guate i conoscitori ubicano tra le principali del mondo; anche l’architettura monumentale che ingrossa il Patrimonio Culturale dell’Umanitá; la sua gente picaresca e abile, esperta nell’adattarsi al cambiamenti. Lima offre al turista anche dei fantastici musei e gallerie d’arte, rappresentazioni teatrali, esposizioni cultural di alto Huello e moderni centri commerciali e di divertimento, nonché importanti zone archeologiche e naturali.

 

 

Available
Not Available
Selected
Tour type: Daily Tour
Durata: 16 giorni
Numero massimo di partecipanti: 18
Località: Avventura sud, Amazzonia
Rate:
Departure date:
Data di Arrivo:
Adults:
Children:

Adult discount

# Title Number Discount
1Partecipanti.45%
2Partec.67%
3Partec.da 8 a 128.5%
VISITERETE: Lima coloniale. Amazzonia Puerto Maldonato Cusco city + sacsayhuaman, Kenko, Puca Pucara e Tambomachay. Valle Sacra, Pisac mercato, Pisac archeologico, Ollantaytambo, Chinchero, rafting fiume Urubamba, Saline di Maras e Moray. Aguas Calientes e Machu picchu, Puno: Andahuaylillas, Racqui, Passo La Raya, lago Titicaca, Isole Uros + Taquile. Arequipa City e Colca Canyon Chvay e Cruz del Condor.

Tour’s Program

Stampa

Un viaggio di 16 giorni davvero suggestivo per coloro che amano la natura e l’archeologia e un pizzico di avventura adrenalinica. Il programma include un’emozionante e sicuro rafting a Cusco di 2/3 grado. Il tour prevede la visita alla bellissima amazzonia di Puerto Maldonado; speci animali, vegetali e ittiche sono numerose in questa zona; uno degli habitat naturali più vasti e variati in flora e fauna. Il nostro viaggio continuerà nella magia delle Ande del Peru, toccando le tre principali citta andine, Cusco, Puno e Arequipa e il suo Colca Canyon. Il viaggio si chiude con la visita alla bella Lima coloniale. Un viaggio da VIVERE nelle Terra degli Incas.
Nota: quì trovate la lista dei ristoranti vegani e vegetariani da noi consigliati: http://www.peruparadisetravel.com/ristoranti-vegetariani/
All’arrivo in Lima Perù, un nostro incaricato sará ad’attendervi in aeroporto, esponendo una lavagnetta con nostro nome e logo tipo per trasferirvi in mezzo privato in hotel. Cena libera e pernott.
Colazione. Trasferimento all’aeroporto di Lima e partenza con il volo per Puerto Maldonado. Arrivo e previo incontro nell’aeroporto per poi dirigersi con la navigazione con lancia a motore per 3 ore fino al lodge Wasai Tambopata. Durante la navigazione potremo osservare fattorie locali e gruppo di uccelli che passano sopra la nostra barca. Avremo la possibilità di osservare animali della famiglie dei Capybaras, i roditori più grande del mondo. Arrivo e sistemazione in lodge. PRANZO INCLUSO. Nel pomeriggio faremo una simpatica camminata nella foresta per imparare i principi basici sulla ecologia e conoscere la flora circostante. Rientro al lodge. CENA INCLUSA. Pernott.
Ci sveglieremo molte presto e la mattina “04.00 am” viaggieremo per il fiume Tambopata; dopo circa 90 minuti arriveremo al Parco Nazione di Bahuaja-Sonene e godremo di una bella e suggestiva nascita del Sole. Una grande opportunità per ammirare animali come Capybara, tapiro e di cervi nella vicina parte vergine della foresta. Osserveremo da una distanza sicura centinaia di pappagalli che si alimentano dei sali minerali per la loro dieta giornaliera. Mentre osserviamo questa meraviglia verrà fornita la colazione. Faremo una camminata in cerca di animali della zona e poi rientriamo al lodge per il PRANZO INCLUSO. Di seguito entreremo nella giungla per una giro speciale per osservare la vita selvaggia per poi entrare nella zona delle scimmie e altri animali. Avremo il tempo per rilassarci e godere di un bel bagno nella cascata del Gatto. Rientro a lodge e cena inclusa. Dopo cena chi desidera, potremo fare una escursione notturna per avvistare i Caimani. Lodge e pernott.
Dopo la colazione faremo un viaggio in barca fino alla casa di campagna di Wasai Maldonado, a Puerto Maldonado dove ci rilasseremo nei nostri bungalows e godremo di un buon PRANZO INCLUSO. Successivamente navigheremo per venti minuti nel fiume Madre di Dio per raggiungere il bellissimo lago Sandoval. Ci imbarchiamo su canoe per visitare i dintorni del lago e apprezzarne la bellezza del paesaggio e della sua flora e fauna; come: herons, hoatzins (uccelli preistorici unici), scimmie, ecc. Se siamo fortunati potremmo vedere la famiglia delle lontre giganti che vivono nel lago. Avremo l’opportunità di pescare piragna e nuotare nel lago. Aspetteremo fino al tramonto e godere dello spettacolo del sole amazzonico. Iniziamo il viaggio di rientro per il fiume di Madre di Dio a Puerto Maldonado. di seguito sistemazione nei comodi bungalows del lodge WASAI Maldonado. Dopo la cena inclusa potremo andare a visitare la città e goderci le belle cascate circondate dalla verde vegetazione. Rientro a lodge. Pernott.
Colazione. Ad’ora opportuna trasferimento al aeroporto per il volo a Cusco 3360 mslm. Arrivo e trasferimento in hotel. Tempo a disposizione e consigliamo un minimo di riposo. Consigliamo la visita al Museo Inka, non inclusa nel Vostro biglietto turistico. Hotel. Cena libera e pernott.
Colazione. Tempo libero a disposizione per passeggiare nel magico centro di Cusco la zona del quartiere San Blas, conosciuto per essere il quartiere più antico di Cusco e sede dei suoi famosi maestri artigiani fra stradine Inca di una bellezza straordinaria. Nel pomeriggio ore 13.40 ritrovo in hotel per essere trasferiti al punto di incontro per inizio escursione della cittá in bus turistico servizio sic di gruppo condiviso con guida parlante spagnolo/inglese. Visiteremo i più importanti attrattivi della città, includendo la Cattedrale principale in Plaza de Armas, il Tempio del Koricancha o Santo Domingo, visibile in modo particolare dalla strada principale di Cusco.” Avenida Sol”. Raggiungeremo di seguito le 4 rovine circostanti della cittá con suggestiva camminata all’interno degli stessi siti archeologici, “Sacsayhuaman, kenko, Puca Pucara e Tambomachay. Rientro in hotel verso le ore 18.00. Cena libera e pernott.
Colazione. Alle ore 07.30 ritrovo in hotel per l’inizio escursione “ingressi inclusi” di tutta la giornata in mezzo privato con autista parlante spagnolo ”no guida” nella bellissima Valle Sacra degli Incas, situata a 33 km. da Cusco. Prima sosta al Mirador principale della Valle. Successiva visita al tipico e famoso mercato Artigianale di Pisac per poi seguire con il suo importante centro Archeologico, considerato tra i più importanti di Cusco. Una sosta in Urubamba per il pranzo libero nella valle dell’Urubamba. La nostra visita proseguirá raggiungendo in circa 30 minuti la impressionante fortezza di Ollantaytambo, dove il nostro giro a piedi all’interno di questa fortezza sarà davvero particolare. Seguiremo poi la nostra visita al tipico villaggio di Chinchero a circa 45 minuti di strada per ammirare una ulteriore importante zona archeologica. Dopo la visita rientro in hotel a Cusco verso le ore 18.30 circa. Cena libera e pernott.
Colazione. Ritrovo in hotel alle ore 07.30 per il trasferimento in servizio sic per raggiungere in circa 90 minuti Casa Cusi. Da questo punto inizia il nostro rafting in servizio sic. Prima di entrare in acqua, verrà fornita da una guida professionale una spiegazione tecnica sulla navigazione e sicurezza in acqua. Verrà fornito tutto l’equipaggiamento. Inizia la nostra avventura nelle rapide di 2/3° grado per oltre due di adrenalina per poi giungere al punto dove ci aspetta il bus per il rientro a Casa Cusi per un buon PRANZZO INCLUSO. Trasferimento a Cusco e sistemazione in hotel. cena libera e pernott.
Colazione. Alle ore 08.00 partenza in mezzo privato con autista parlante spagnolo per raggiungere e visitare "ingressi inclusi" le incredibili Saline Incas di Maras, ancora attive dal 1600 e situate a 3000 mslm. Di seguito raggiungiamo per conoscere l’Anfiteatro agricolo di Moray, ove i Quechua studiavano l’agricoltura su livelli di altitudine. Di seguito sosta pranzo libero in Chinchero. Successivamente visiteremo questo tipico villaggio e le sua bella archeologia Inca. Nella sua piazzetta l’antica chiesetta coloniale chiude la visita. Trasferimento alla stazione di Ollantaytambo e partenza per Aguas Calientes in classe turistca Expedition. Arrivo in circa 90 minuti e trasferimento a piedi in hotel.Cena libera e pernott.
Colazione. In mattinata ritrovo in hotel verso le ore 05.30 per il trasferimento a piedi alla stazione dei minibus che percorrono in 25 minuti i famosi 8 km di strada serpeggiante per raggiungere la magica cittàdella di Machupicchu, situata a poco meno di 2500 mslm, per la visita individuale della cittàdella "ingresso e bus di A/R inclusi". Pranzo libero. Nel pomeriggio rientro in A. Calientes e partenza in treno per Poroy Cusco o Ollantytambo. Arrivo e trasferimento in hotel a Cusco. Cena libera e pernott.
Nota: Sul Vostro biglietto di rientro, viene indicata l'ora di partenza, n° vagone e posto a sedere. Dovete essere in stazione almeno mezz'ora prima della partenza treno.
Colazione. Alle ore 07.15 trasferimento alla stazione dei turistici e partenza in servizio regolare sic alle ore 08.00 per Puno ”3812 mslm“, circa 390 km. Percorso alto/andino molto suggestivo che costeggia la strada ferroviaria tra valli e panorami tipici della sierra. Sul percorso sosta per la visita guidata di 2 importanti siti Archeologici ”Andahuayllas & Racqui” in servizio sic. Sosteremo anche al passo La Raya, punto più alto del percorso ”4319 mslm ” e di confine tra Cusco e Puno. PRANZO INCLUSO. Percorso di 10 ore, includendo le soste per le visite e pranzo. All’arrivo in Puno, circa alle ore 17.30, ci sara un nostro incaricato ad’aspettarvi all’arrivo per trasfervi in hotel. Cena libera e pernott.
Colazione. Alle ore 07.00 trasferimento al piccolo ma movimentato porto di Puno e partenza in lancia a motore in servizio sic per la navigazione sul lago Titicaca, il più alto lago navigabile del mondo. Raggiungeremo e cammineremo su una delle isole galleggianti degli Uros “comunita locale che vive su 40 Isole flottanti costruite con enormi spessori di canne di Totora. La nostra visita prosegue con la navigazione per raggiungere la bellissima Isola di Taquile. All’arrivo cammineremo circa 50 minuti in salita a 4000 mslm, per raggiungere la suggestiva Piazza principale di Taquile. Da questo punto la vista del lago risulta molto bella “PRANZO TIPICO INCLUSO“. Taquile conosciuta particolarmente per le andenne e i suoi coloratissimi tessuti e artigianato locale; nella piazza troverete negozi di artigianato locale molto interessanti. Dipendendo dalle condizioni climatiche, sarà possibile ammirare la Cordigliera Reale Boliviana. Dopo pranzo torneremo al porto scendendo per la famosa e ripida scalinata dei 520 gradini per riprendere la lancia a motore e fare rientro A Puno verso le ore 17.00, arrivo e successivo trasferimento in hotel. Cena libera e pernott.
Colazione. Alle ore 07.30 ritrovo in hotel e partenza in mezzo privato con autista parlante spagnolo per il Colca Canyon "ingressi inclusi". Sul percorso una breve sosta per fornirsi di frutta e acqua. Una volta giunti a Chivay potrete pranzare in uno dei tanti ristorantini del luogo. Una strada asfaltata e sterrata che si snoda tra monti, vulcani e piccoli villaggi Andini ci porterá molto in alto, oltrepassando il punto piú alto del tragitto, 4910 mslm con relativa sosta al suo bel-vedere naturale per ammirare i grandi vulcani della zona. Arrivo e sistemazione in un hotel di Chivay. Tempo a disposizione per conoscere questo tipico villaggio. Hotel. Cena libera e pernott.
Nota: Durante la colazione a Lima consigliamo bere qualche tazza della famosa tisana di mate di coca, aiuta in modo particolare per affrontare le grandi altitudini durante il percorso. Chi desidera con un mototaxi può raggiungere i vicini bagni termali La Calera e godere di un bel bagno caldo. Costo usd 7 o soles 20 circa.
Colazione. Verso le ore 06.30 con il nostro mezzo privato riprenderemo il nostro viaggio per raggiungere Cruz del Condor: attraverseremo 14 tipici villaggi tipici di questa bellissima valle con sosta in Yanque o altro villaggio. Il Canyon del Colca con i suoi oltre 3000 mslm. di profondità, ” il doppio del Gran Canyon del Colorado” risulta essere il secondo più profondo al mondo. Di seguito raggiungiamo il punto di avvistamento Cruz del Condor e con un pó di fortuna da questo punto panorámico sará possibile ammirare il maestoso volo del Condor Andino. Rientro in Chivay per il pranzo libero. Partenza verso le ore 14.00 per la città bianca di Arequipa, circa 180 km. Arrivo verso le ore 18.00 e sistemazione in hotel. cena libera e pernott.
Colazione. Alle ore 08.30 ritrovo in hotel per l’inizio escursione della cittá in servizio privato. La visita comprende la Cattedrale principale, La compagnia, il Monasterio di Santa Catalina ed altre importanti chiese. Proseguimento della visita al Mirador di Yanahuara per poter ammirare le tre imponenti cime dei vulcani Misti, Pichu Pichu e Chachani. Trasferimento in aeroporto e volo per la capitale peruviana, Lima. Arrivo e trasferimento in hotel. Tempo a disposizione a Lima. Hotel. Cena libera e pernott.
Colazione. Alle 0re 09.00 nizio escurisone in servizio privato della bella zona coloniale di Lima. Visita alla Plaza de Armas che ospita il Palazzo del Governo e la Cattedrale. Di seguito visita alla chiesa di San Francisco, del suo Manasterio e le enigmatiche Catacombe. Dopo la visita trasferimento in aeroporto e volo di rientro in l’Italia.

Nota: potrete pranzare in aeroporto.

FINE NOSTRO SERVIZIO IN PERU’
LA QUOTA DEL TOUR alla foresta alle ande, COMPRENDE:

Alberghi categoria 3 stelle in 1 cam. doppia, matrim. e tripla.
Colazioni incluse tipo continental e americane. Pensione completa in amazzonia.
I pasti ove menzionati nel programma.
Trasferimenti in servizio privato o servizio regolare “sic”, da o per aereoporto, alberghi, stazioni ferroviarie e di pullman.
Trasferimenti terrestri e nelle escursioni in servizio sic; in servizio privato ove chiaramente indicati con la voce” servizio privato”
Le escursioni e trasferimenti indicati solo con autista parlante spagnolo, non includono la guida ma sì gli ingressi. Le escursioni menzionate nel programma in servizio regolare di gruppo “sic” o in servizio privato ove specificato.
Guide bilingue nel servizio di gruppo regolare “sic ” guida in spagnolo/inglese.
Guide in italiano nei servizi privati ove chiaramente specificati con la voce ” in servizio privato “. Trasferimenti in treno classe turistica Expedition in servizio sic.
voli aerei interni inclusi. Ingressi alle zone archeologiche, monumenti e siti indicati nel programma. Assistenza della nostra Organizzazione durante tutto il tour.
Consiglio: portare con Voi una guida sul Peru tipo Loney planet, Le guide Blu della Touring club Italiano.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Volo intercontinentale. Assicurazione “ circa 85 euro “medico/bagaglio obbligatoria “ consigliamo questo link http://www.columbusdirect.com/it/informazioni.cfm. Tasse aeroportuali in Peru. Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato nella voce, LA QUOTA COMPRENDE.
Cat. Alberghi da 3 Stelle Standard in doppia, matrim. e tripla. Min. 2 partec.

LISTA ALBERGHI PROPOSTI: i seguenti alberghi proposti, sono soggetti ad eventuali cambi secondo disponibilita degli stessi, con altri di medesima categoria.

Lima – Hotel Santa Cruz 3 stelle standard
Puerto Maldonado: Wasai Tambopata, Wasai Maldonado lodge 3 stelle standard
Cusco – Hotel Atahualpa 3 stelle standard.
Puno – Hotel Intiqa 3 stelle standard.
Arequipa: Hotel Plaza Residence 3 stelle standard
Colca Chivay: Colca inn 3 stelle standard.
Cosa portare nella foresta:

1. Cannocchiale-Sacco a pelo estivo
2. Pantaloni lunghi di cotone
3. Accessori per l’igiene personale
4. Scarpe tipo treking-Stivali
5. Pila con batterie di scorta
6. Medicamento personale
7. Cappello per il sole- Occhiali
8. Impermeabile-Giacca leggera
9. Protezione solare-borse di plastica
10. Macchina fotografica
11. Repellente per insetti

Nota: Il programma viene proposto in 3 formule di servizi; in servizio privato che include mezzo privato guida in Italiano solo per Voi.In servizio sic di gruppo con guida bi-lingue parlante spagnolo/inglese. Alcune escursioni vengono proposte solo con mezzo privato e autista, gli ingressi sono inclusi.

Obbligatoria la profilassi anti-malarica 20/30 giorni prima della partenza.

Stampa

Tours Reviews

There is no review

Write a review

  • Sleep
  • Service
  • Location
  • Cleanliness
  • Room(s)

Ulteriori Proposti!

Programmi Economici

Viaggi per Vegani e Vegetariani